La Flotta Nato non partecipa a Mare Nostrum - Articolo - IlMercatinoSicilia.it

Home articoli

Approfondimenti

Attualità

Cronaca

Moda

Politica

Spettacolo

Sport


Comandante Piegaja: “Siamo marinai. Rispondiamo immediatamente a una richiesta di soccorso»

La Flotta Nato non partecipa a Mare Nostrum

I due comandanti tedesco e italiano  con il contrammiraglio inglese
I due comandanti tedesco e italiano con il contrammiraglio inglese

Navigare sul Mediterraneo, controllare e garantirne la sicurezza è un compito non da poco. Un compito che diventa un onore quando il comando riguarda una flotta Nato che ha il compito preciso di rendere il mare sicuro. Sicuro da cosa? Dalle mine sommerse che si nascondono sui fondali marini dalla seconda Guerra mondiale e non solo. Potrebbero essercene di più recenti - anche se assicurano di no – posizionate da Stati non controllati per bloccare l’accesso al proprio territorio.
Le acque in cui opera questa flotta Nato capitanata dalla Nave Aviere controlla tre mari, Mediterraneo, Baltico e Nero. Le navi coinvolte nel programma sono nove ma il numero non è fisso e dipende dalla disponibilità dello Stato che ne ha il comando. Tra qualche giorno, ci dice il comandante Piegaja poco dopo la cerimonia, alla flotta si aggiungerà una unità.
La cerimonia è stata solenne, da protocollo. Come si sposa questo rigore con la società in cui viviamo?
«Onore, tradizione, coraggio. Questi sono i valori della Marina e questi sono gli ideali riconosciuti in tutto il mondo – commentano i due comandanti Piegaja e Seipel e il contrammiraglio Kamensky. I giovani di oggi hanno bisogno di qualcuno che tramandi loro delle tradizioni. E noi siamo qui per questo».
Cosa le ha lasciato quest’anno di comando?
«All’interno dell’alleanza Atlantica - afferma il comandante Seipel - ci sentiamo capaci di integrare le nostre forze internazionali. Operiamo con gli stessi standard, le stesse tattiche e abbiamo le stesse attitudini mentali. Uno dei principali compiti era quello di integrare le culture che lavorano insieme. E l’abbiamo fatto integrando l’equipaggio tedesco con quello turco. A questo si aggiungono gli altri obiettivi compreso quello focalizzato a eliminare i traffici illeciti di armi o di materiali potenzialmente utilizzabili dai terroristi».
In che modo tutto questo si sposa con il programma Mare Nostrum?
«Noi siamo marinai – questa volta è il comandante Piegaja a rispondere - e siamo tenuti a rispondere immediatamente a una richiesta di soccorso. Ma la missione principale di questo gruppo non è Mare Nostrum».

di Map. Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014


L'Aula Consiliare durante la riunione a favore del Tar;

Un decreto del Governo vorrebbe cancellare, da ottobre, la sezione del Tribunale amministrativo di Catania

La “guerra santa” in favore del Tar

Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014
Il Presidente Pertini esulta alla vittoria dell'Italia sulla Germania a Spagna 1982

L’eliminazione al Mondiale è il fallimento dell’intera Nazione

Gli Azzurri come l'Italia

Dopo il Sudafrica, anche in Brasile fuori subito

di Giovanni Iozzia. Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014


Joe Petrosino

L'operazione "Apocalisse", le intercettazioni della Procura della Repubblica di Palermo e la gara a chi è più mafioso

Scoperto l'assassino di Joe Petrosino

Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014

Dal Report “L’economia in Sicilia” presentato dalla Banca d'Italia all’Università di Messina

Non siamo fuori dalla crisi

Occorre uno scatto d’orgoglio collettivo dalla politica al privato

Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014
Il passaggio di consegne tra i due comandi davanti al contrammiraglio

Il comandante Piegaja (Italia) assume il comando della Nave Aviere dal comandante Seipel (Germania)

Passaggio di consegne Nato al porto di Catania

di Monica Adorno. Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014


Consiglio Comunale a Tremestieri per la sfiducia al sindaco Ketty Basile

Le prossime elezioni si terranno a maggio del 2015 nel frattempo il paese è destinato alla normale amministrazione

Tremestieri sfiducia Ketty Basile e va al commissariamento

di Monica Adorno. Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014


La necropoli nel 1959

Abbetnea Confcommercio: parte l’iniziativa “Amo l'arte, amo Catania”

Appello alla Rinascente:r endete fruibile la necropoli

Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014
Le scatole ben impilate al deposito del Banco Alimentare

Le derrate raccolte dal Banco Alimentare serviranno per circa due mesi. L’Italia deve attivare il programma di aiuti agli indigenti

«Grandiosa #Stracolletta, ma adesso ci vuole il Fead»

Pubblicato in Cronaca il 27/06/2014 Scarica il pdf


La questione tibetana a Catania

Pubblicato in Cronaca il 20/06/2014 Scarica il pdf



Cerca tra gli articoli